Ampliamento dell’offerta formativa

Nella Scuola dell’Infanzia il laboratorio in genere è un luogo di esperienza e di apprendimento in cui il bambino, attraverso la dimensione ludica ed operativa, rafforza il pensiero produttivo.

Tema progettazione didattica annuale e triennale (2018-2021)

“ IN VIAGGIO CON ULISSE”

Dallo scorso anno si è attivata una collaborazione con l’Unicef, Ente che ha riconosciuto la validità del progetto realizzato conferendo alla Scuola la denominazione di “SCUOLA AMICA”.

Le attività verranno calibrate in modo adeguato alle età, competenze ed abilità dei bambini ed ogni insegnante, a partire dal contesto di sezione osservato e dalle Unità di Apprendimento stabilite, deciderà il percorso più opportuno da sviluppare in ogni sezione.

L’ampliamento dell’offerta formativa proposta dalla scuola si concretizza nei seguenti progetti didattici specifici:

  • Laboratorio di pratica psicomotoria. La pratica psicomotoria educativa ideata da Bernard Acouturier fonda il suo pensiero sull’importanza del movimento per il bambino come strumento per esprimersi;
  • Laboratorio propedeutico alla lingua inglese per piccoli, medi, grandi;
  • Laboratorio musicale. L’attività musicale permette ai bambini d’individuare e conoscere le realtà sonore, di esprimersi con i suoni e di utilizzarli;
  • Biblioteca scolastica: è un’attività molto importante nel trasmettere ai bambini la cura e l’amore per i libri ed è un’esperienza che funge da ponte con le altre biblioteche del territorio, abituando così i bambini ad entrare in confidenza con il mondo dei libri;
  • Laboratorio matematico (metodo analogico, per i grandi. Contare per 1, per 10, per 100 è una competenza raggiungibile da tutti i bambini perché si tratta di un gioco di analogie verbali con i primi dieci nomi dei numeri.
  • Progetto continuità. Una particolare cura richiede la continuità VERTICALE con la scuola primaria ed i nidi, finalizzata alla comunicazione di informazione utili sui bambini e alla conoscenza dei nuovi ambienti. Viene data importanza anche alla continuità ORIZZONTALE con le famiglie e ai momenti di interazione con le strutture presenti nel territorio;
  • Uscite didattiche;
  • Percorso di igiene orale;
  • Teatro per bambini;
  • Attività multimediali e digitali: Anche il “territorio digitale” assume le funzioni di scambio, dialogo, condivisione e coinvolgimento e può avere un ruolo stimolante in quanto si svolge verso una comunicazione proficua e globale.

La scuola si è dotata di attrezzature con le quali i bambini avranno modo di sperimentarsi in attività digitali, sotto la guida delle insegnanti che ne decideranno tempi e modalità.

  • Incontriamo i nonni…L’idea nasce dal desiderio di valorizzare e mettere in comune competenze ed abilità proprie del sapere tradizionale e della saggezza popolare;
  • Punto vacanza e punto gioco. Viste le sempre più numerose richieste legate ai difficili tempi lavorativi che viviamo, la scuola offre la possibilità di momenti ludico-ricreativi per i bambini delle famiglie richiedenti, oltre i giorni di scuola previsti dal calendario scolastico;
  • Progetto prolungamento orario scolastico (pre-scuola, post-scuola);
  • Rapporti scuola/famiglia. L’ingresso dei bambini nella scuola dell’infanzia è una grande occasione per prendere più chiaramente coscienza delle responsabilità genitoriali. Mamma e papà sono stimolati a partecipare alla vita della scuola, condividendone finalità, contenuti, strategie educative e modalità concrete per aiutare i piccoli a crescere e imparare a diventare più “forti” per un futuro che non è facile da prevedere e decifrare.
  • Attività parascolastiche finalizzate a far rete tra le famiglie e consolidare la Comunità Educante (Castagnata, Festa di Natale, Marcia attraverso le Risorgive, Festa di fine anno, Messe animate dal coro genitori,…).